Archivi categoria : Palchetto

UN ANNO DI SKENÈ

Genesi e sviluppo del progetto sul teatro classico Dal 2017 l’Associazione Artistica Schio Teatro Ottanta, conta una nuova sezione, dedicata al Teatro Classico e alla tragedia antica: Skenè. Nel teatro greco antico, la skenè era la tenda o il fondale dipinto dietro al quale gli attori indossavano costumi e maschere, ma poi il termine si…
Per saperne di più

Workshop di Fotografia Teatrale

Anche nel 2018 abbiamo legato OLT ad un corso parallelo di fotografia. Perché? Perché io e Roberto Rizzotto crediamo ci sia una certa carenza di sensibilità, specie nel mondo del teatro amatoriale (per il teatro professionistico è un’altra cosa, con budget diversi, scopi diversi ed aspettative diverse). L’intento del corso è stato di fornire una…
Per saperne di più

SOTTO LO STESSO CIELO

Luoghi di identità, memoria, futuro STO partecipa da qualche anno al bando per il Tema Culturale del Comune di Schio. E’ giusto e corretto che tutti gli associati siano informati e partecipi di ciò che succede nel dietro le quinte dell’organizzazione dei progetti e degli eventi. Di seguito riportiamo il testo di quanto presentato all’amministrazione…
Per saperne di più

Bilancio 2018 numeri e pensieri.

Il 2018 è stato un anno di intensa attività per Schio Teatro Ottanta, con ottime conferme non solo sul piano strettamente artistico ma anche sul fronte delle relazioni. Si continua a lavorare in modo instancabile, soprattutto da parte del Maestro, che ringrazio per la dedizione incommensurabile e immutata, per affermare con forza la propria identità…
Per saperne di più

Ma chi me l’ha fatto fare

“Sento il cuore battere forte, mi tremano le gambe, il respiro è veloce e la mente vaneggia per i fatti suoi. Odio spero di non dimenticarmi le battute! Devo ricordarmi quando tocca a me, speriamo vada tutto bene!”. Tutti noi nel momento prima di andare in scena abbiamo una paura matta di quello che può…
Per saperne di più

VOLEVO CANTARE

Volevo cantare..... Ma la paura da sempre insieme alla saliva asciugava le note in gola. Non poteva essere, da sempre abituata ad esibirmi, da sempre viva veramente solo su di un palcoscenico, rimanevo pietrificata davanti ad una scala musicale. L'Epifania avviene con Bocca di Rosa cantata a squarciagola sotto la doccia e proposta a Paola…
Per saperne di più

ATABCASPIG

“Noi” è molto più che la somma di tanti “Io” Nome: Marco (per la mamma e per l’anagrafe). Nome: Zeta o Zetino (per tutto quanto non ricompreso nella descrizione precedente). Età: 41 anni di cui 5 passati, a vario titolo, al Piccolo Velario. Professione: uomo (a volte un’impresa). Segni particolari: reduce dal corso “A Teatro…
Per saperne di più

Voglio un teatro VIVO

Una delle cose che mi hanno sempre attratto del fare teatro è la possibilità di vestire i panni, anzi di più, di essere un'altra persona, con caratteristiche lontanissime da me, o magari anche simili ma con sfumature diverse. Vivere in altre epoche e in altre città o ritrovarsi al di fuori di tempo e spazio…
Per saperne di più

Essere un altro

Recito per fuggire da me stessa o per trovare me stessa? Questa è la domanda che mi tormenta ogni volta che comincio a lavorare su di un personaggio. Non ho ancora una risposta,l'unica cosa certa è che mi piace; mi piace liberarmi dalle "centomila" maschere di pirandelliana memoria per cercare un "io" che probabilmente di…
Per saperne di più

I miei “Tramaci”

Confessioni di una contessa per caso L’opera mi era piaciuta subito, fin da quando ho assistito alle prime prove, nella storica sede dell’Asilo Rossi. L’ho seguita poi con interesse, a partire dalla “prima” a Schio, nel teatro delle Canossiane: ricordo bene l’impatto della scenografia, semplice ma raffinata, i bellissimi costumi e poi i personaggi, tutti…
Per saperne di più